La collezione delle etichette:
mele e pere

----
Le prime etichette che ho raccolto, quando ho cominciato, sono state quelle delle mele e precisamente delle Melinda. Poi la raccolta si Ŕ ampliata ed ho raccolto tutti i tipi di bollini che trovavo.
Navigando in internet ho trovato moltissimi collezionisti e la maggior parte collezionava etichette di banana; un po per distinguermi, un po per campanilismo ho scelto le mele (qui non crescono le banane mentre la mela in Europa Ŕ forse il frutto pi¨ diffuso).
Successivamente, visto che molte etichette venivano usate sia sulle mele che sulle pere, ho aggiunto queste ultime al gruppo delle preferite, anche perchÚ molti Marchi commerciali comprendono i due frutti sotto lo stesso logo.
E' stata poi la mia mentalitÓ di botanico, abituata a classificare ed ordinare e quella di collezionista che mi hanno portato ad ordinare le etichette prima secondo il frutto di appartenenza e quindi secondo il marchio o qualcosa di equivalente.
Per quanto detto sopra le mele e pere sono finite insieme negli stessi classificatori. Potete vedere alla pagina dei consigli come trattare le etichette, alla fine la scelta migliore Ŕ stata quella dei fogli mobili (foto 3 a dx nella pagina dei consigli), sono quelli con 7 strisce di plastica trasparente in cui si inseriscono le etichette poste su un supporto di carta siliconata. All'inizio avevo un solo album, quando la collezione Ŕ cresciuta l'ho divisa come indicato qui sotto:
  • Etichette con un marchio commerciale, piccole e grandi serie (da 3 esemplari in su)
  • Etichette con un marchio commerciale (meno di 3 esemplari)
  • Etichette senza un marchio commerciale, nella maggior parte dei casi solo nome della cultivar e pochi altri elementi
Anche la presentazione della collezione in queste pagine segue lo stesso criterio; nella barra del menu i link Stickers A-D......Stickers S-Z si riferiscono al primo e secondo gruppo con la differenza che le grandi serie hanno una pagina ciascuna mentre le piccole serie sono raggruppate: una pagina per gruppo di lettere iniziali. Anche quelle singole (o solo 2 etichette) sono raggruppate in pagine a seconda dell'iniziale del nome del produttore.
Le pagine delle grandi serie (da 20 etichette in su) presentano un riquadro con le info sulla ditta ed i link, quando esistenti, al sito istituzionale ed a quelli di wikipedia e facebook; segue un riquadro con una chiave analitica che sfruttando le caratteristiche delle etichette: materiale, grafica ecc., serve a dividere le etichette in gruppi omogenei.
Questi sono presentati ciascuno in un riquadro che comprende una immagine (con l'ingrandimento al passaggio del mouse) e le caratteristiche delle etichette: materiale, superficie, piega, dimensioni, linguetta e colori. Segue l'elenco delle cultivar divise fra quelle di mela e quelle di pera.
Le etichette delle piccole serie (da 3 a 20 etichettte) hanno un riquadro per ogni marchio con le stesse info delle precedenti mentre le altre (1 o 2 esemplari per marchio) hanno un semplice riquadro con le info in forma abbreviata.

Nelle pagine della collezione la lingua utilizzata Ŕ l'inglese, per la vastitÓ del materiale sarebbe stato troppo difficile continuare con le tre lingue.

Per maggiori info sull'argomento esiste un'associazione che riunisce i produttori di mele e pere: World Apple and Pear Association WAPA.
Nel loro sito si trovano informazioni su questi frutti: principali cultivars di mele, e di pere, produzione nei vari paesi del mondo, previsioni di raccolto, nutrizione and salute, promozione e consumo e tanto altro. Per maggiori info sulle varietÓ di mele vedi la pagina di Orange Pippin.